Ci sei anche tu

mercoledì 11 ottobre 2017

Corno ( curniciello) portafortuna

cornetti portafortuna

Tutto è cominciato da una telefonata: “ Ciao Titta ( sarei io, non mi chiedete perché mi chiamano anche così), devi farmi un regalo”” Chi parla è il mio super nipote Chef che vive a Siena. –Che regalo?- rispondo io. “ Un corno portafortuna”.  Un corno portafortuna, il famoso “curniciello” napoletano.  La leggenda narra che il curniciello debba essere fatto rigorosamente a mano, perché si pensa che chi lo realizza rilasci energie positive sul talismano, di colore rosso, il rosso rappresenta il colore della forza per eccellenza ed infine ma non per meno importanza debba avere tre caratteristiche specifiche: “Tuosto, stuorto e cu ‘a ponta”, ovvero, Rigido, storto e con la punta.  Ma ce un però. Non bisogna mai acquistarne uno per sé, lo si deve ricevere in dono perché abbia il suo effetto portafortuna. Riattaccata la cornetta mi balena un’idea nella mia testolina frenetica. “ E se gliene facessi uno io con il cappello da chef?corno portafortuna chef

Ed eccolo qui, di colore rosso, “tuost, stuort e cu ‘a ponta” e con il cappellino da chef. Ho aggiunto altri ciondolini scaramantici: un ferro di cavallo, un gufetto, un elefantino ed anche un albero della vita…Meglio abbondare diceva Totò.

corno portafortuna romantico

La fame vien mangiando e mi son fatta prendere la mano, questo è un curniciello romantico.

corno portafortuna fashion

Questo, invece, è la versione fashion. Ne sono in arrivo altri ma mi sono  troppo divertita nel realizzarli e volevo condividerli con voi.

Tuttavia, per darvi alcuni cenni storici,non solo a Napoli è  adottata la scaramanzia del corno, pare che questa simbologia sia diffusa in molte civiltà, da quella ebraica alla cristiana, persino i sumeri conoscevano il curniciello.

“ Essere superstiziosi è da ignoranti non esserlo porta male”

                                                                                Eduardo

giovedì 28 settembre 2017

Portafoto? No un quadro!

DSC05375

Vanno molto di moda questi quadretti decorativi con i gessetti ed anche io ho provato a farne uno. Approfittando dell’avvicinarsi del compleanno della piccola Isabel mi sono lanciata in questa decorazione con tutte le varie “prove” di gessetti che ho nello “stipone”. Non avendo una cornice con un margine di profondità , ho girato al contrario la cornice in legno che avevo acquistato tempo fa ( sempre serve a qualcosa, mi dico ) , ho tolto il vetro ed incollato la parte posteriore del portafoto alla faccia anteriore della cornice, dopo averla decorata con del cartoncino.

decorazione camera bimba

Ho sfilato con una pinza le quattro levette che fermavano il retro del portafoto e per nascondere i leggeri buchetti , non mi andava di armeggiare con stucco e colori, ho ricoperto tutto il perimetro con un nastrino in pizzo.

quadretto gessetti

E via con le decorazioni. Roselline, cuoricini , farfalline, tutto in polvere di ceramica. Nell’insieme è un bel vedere e sicuramente sarà un regalo decisamente originale.

lunedì 21 agosto 2017

Bomboniere nascita con scatola decorata

scatola bomboniere nascita

Nonostante il caldo infernale di questa torrida estate, c’è chi, come me, ha ancora lavorato. Tra i vari lavori portati a termine c’è questa scatola “bonbon” che ho realizzato per contenere delle bomboniere per una nascita.       

bustina confetti nascita_bomboniera nascita  

Con la tecnica origami ( in rete ci sono diversi tutorial) ho costruito queste piccole bustine da un cartoncino di  cm 15 x 15 , anche se suggerisco di utilizzare una carta meno spessa. Piedini e fiocchetto adornano la bustina che contiene 3 confetti. Volendo si possono modificare le dimensioni al fine di inserirne di più. La mamma ha scelto di aspettare che nasca la sua bimba per scrivere nome e data sul lembo superiore della busta.  

scatola porta bomboniere

Al posto del classico cestino, ho preferito  decorare una scatola di cartone, molto resistente, con del tessuto fantasia che richiama i cuoricini delle bustine, purtroppo in foto non si notano abbastanza. Due volants rivestono la circonferenza della scatola. Sul coperchio ho applicato due grandi fiocchi dello stesso tessuto e diversi cuori in varie misure  e decorazioni in gesso ceramico sintetico. Finalmente il pacco è partito con tante altre belle cosine per la futura mammina, donna coraggiosa e mamma gioiosa : è la sua piccola terza principessa. Ti aspettiamo piccolina, porterai gioia nei cuori di tutti noi.

martedì 1 agosto 2017

Borsa di paglia & Co.

20140043_10155641558484434_7317615122983476814_n

La borsa di paglia è diventata, ormai, un must della stagione estiva, viene realizzata in tante forme e colori, ma quella tradizionale è la famosa coffa siciliana. Questa in particolare è stata realizzata a Firenze e la cliente che me l’ha commissionata si è ispirata ad alcune borse viste in “rete” e pur seguendo le sue direttive ci ho voluto mettere un po’di mio.

borsa di paglia interno fodera

Ho foderato l’interno con una stoffina a righe alternando il verso con la parte che chiude con la coulisse. Ho inserito anche due tasche. Ho ricoperto i manici con del filo di cotone  a punto basso, lasciando intravedere un po’ dello spago sottostante. 

borsa di paglia coralli

La decorazione principale è rappresentata da un grande ramo di corallo, che ho realizzato all’uncinetto, sul quale ho cucito decine e decine di “chips” di corallo rosso. Conchiglie di madreperla, conchiglie piatte e stelle marine si intrecciano nei vari rametti. 

borsa di paglia decorata corallo

Due volants di tessuto abbracciano l’intera borsa, mente un altro volant di pizzo rosso scende dal bordo superiore.

borsello borsa paglia

Ho realizzato infine anche un piccolo borsello come coordinato, ma è una sorpresa per la cliente, non diciamoglielo ancora .

Ed anche questo lavoro è stato portato a termine . Al prossimo e a prestissimo.

lunedì 10 luglio 2017

In fondo al mar

sirenetta 1

In fondo al mare vivono creature fantastiche e misteriose, mi piace pensare che qualche volta si materializzino per offrirci sogni deliziosi anche ad occhi aperti. La mamma di Adele, che presto arriverà ad allietare i nostri cuori, mi aveva chiesto espressamente una sirenetta e mi aveva suggerito alcune foto prese in rete . La mia risposta è stata immediata e forse anche un po’ categorica: “ Va bene avrai la sirenetta ma a modo mio!”

Ora sono molto felice di condividere con voi questo mio ultimo lavoro. Non vi nascondo che man mano che realizzavo i vari soggetti  sorridevo e mi sorprendevo, ma quando l’ho finalmente assemblato mi sono emozionata e commossa: le mie mani erano riuscite a realizzare ciò che davvero avevo in mente.

pesciolini_cavallucci marini

Ho usato della cotonina francese per  i pesciolini e i cavallucci marini, del piquet bianco per la conchiglia su cui poggia la sirenetta e le stelle marine che ho poi decorato a mano con colore tridimensionale. Le code di tutti gli elementi sono in pizzo chantilly. La sirenetta poi è stata realizzata su mio disegno, ho creato il modello e mi sono deliziata a creare i riccioli da ciocche di lana merinos avvolte una ad una intorno a ferri da lana e cotti in forno a 80°, durante il periodo più caldo da centinaia di anni a questa parte.

DSC05203

Ho anche applicato diverse pasticche di madreperla,che con il movimento offrono un dolce tintinnio e hanno il sapore del mare.

DSC05210

E’ stato un lavoro certosino, ma ho reso felice una mamma e questa è la mia più grande ricompensa.

A presto e grazie per sostenermi sempre.

sabato 1 luglio 2017

Baby nest-Cocoon-riduttore per culla

DSC05177

C’è chi lo chiama nido, chi riduttore, chi bozzolo, tutti i nomi sono adatti per questo mini lettino per neonati. Le piccole creature appena nate, hanno bisogno di sentirsi “fasciate” come nel grembo materno e quindi si sentono anche più protette in questo guscio morbido. La sua origine, pare, provenga dai paesi del nord Europa, consigliato dai pediatri scandinavi, tuttavia è un ottimo sistema quando non si ha molto spazio per culle, carrozzine e lettini tutti nella stessa cameretta. Se si pensa al solo lettino per quando sarà più grandicello, si può  poggiare dentro il  “Baby Nest”;  si va dalla nonna e dovrà dormire nel lettone? Non c’è più bisogno di circondarlo di cuscini nel timore che cadi, basta il Baby Nest! Troverà di sicuro tantissime destinazioni e soluzioni .

DSC05180

Praticamente trattasi di un lungo arco con due salsicciotti laterali che grazie al nastro inserito nella coulisse si può rimpicciolire per i  primi mesi di vita, oppure lasciarlo più lento fino ai 7/9 mesi.

DSC05181

All’interno ho inserito il materassino rigorosamente antisoffoco ( quello bucato) e ho chiuso il sacco con dei bottoni automatici.

DSC05178

Le due stoffe si coordinano molto bene, l’unica frivolezza è data dal merletto in pizzo Sangallo cucito sotto la coulisse in raso.

baby nest

Ho poi realizzato la federa per il cuscinetto antissofoco in coordinato, anche se so bene che nei primi giorni di vita non si usano cuscini per i neonati, ma era nella confezione del materassino e quindi ho fatto anche quella.

A me è piaciuto tanto, anche alla mamma che per ora l’ha visto solo in foto, spero di poterne fare molti altri e in tanti colori diversi.

sabato 27 maggio 2017

Barchette e pesciolini per il fiocco nascita

fiocco nascita barchette e pesciolini

Misura fiocco : 27 x 50 . Lunghezza totale 80 cm

Un fiocco dal sapore estivo e con il profumo del mare.  L’idea mi frullava in testa già da tempo e ho voluto provare per vederne l’effetto finale. Ho realizzato il fiocco, come mio solito con tessuto di Piquet di cotone, un po’ più piccolo del solito per dare maggior risalto alle decorazioni.

fiocco nascita_ pesciolini di stoffa

Tre pesciolini paffutelli in due fantasie di tessuto, per la boccuccia e la coda ho usato un colore che va dall’acquamarina al turchese chiaro, mentre le due pinne laterali sono state realizzate con dei ciuffetti di nastro di organza.

barchette di stoffa_fiocco nascita

Le barchette in diverse dimensioni hanno lo scafo leggermente imbottito , le vele sono state rinforzate con la carta termoadesiva e trapuntate lungo i bordi a macchina. Ho fermato le due vele ad un filo di spago che regge anche lo scafo, ho inserito una bandierina ed un nodo marinaresco. Fiori volanti e campanellini non potevano mancare per dare il senso giocoso e di attesa per il nuovo arrivo. La mamma in attesa è rimasta davvero contenta per questa nuova versione squisitamente estiva.  Sto già pensando a qualcosa anche per le femminucce.

martedì 23 maggio 2017

Acchiappasogni- Dreamctcher

acchiappasogni

C’è tutta una storia dietro questo oggetto magico. Secondo una antica leggenda degli Indiani d’America , esso serviva ad allontanare i pensieri negativi ed appunto intrappolare  gli incubi  nella rete del “ragno”, tessuta sapientemente dalle donne Lakota, per poi svanire alla luce del sole attraverso il foro centrale. I bei sogni, invece, vengono fermati dalla rete e  si dirigono verso chi sta sognando scivolando lungo le piume.

acchiappasogni_dreamcatcher

Il mio acchiappasogni nasce dietro una precisa richiesta. Essere donato ad una persona che sta attraversando un periodo buio della sua vita e chi  lo ha ordinato ha una sensibilità tale da sentire il bisogno di aiutare la sua amica in qualunque modo, anche simbolicamente, per farle sentire il suo amore e la sua vicinanza. Questo è il mio primo progetto sul tema dei Dream Catcher, come lo chiamano gli anglofoni ed io non potevo sottrarmi ad accettare la sfida.

nome filo di metallo

Mi sono, quindi, documentata sull’argomento e  mi è venuta l’idea di inserire nel cerchio principale un Albero della Vita, anch’esso con un forte significato simbolico secondo varie culture, da quella Celtica a quella Ebraica, e qui vi consiglio di fare delle piccole ricerche se siete curiosi ad approfondire. Volendo inserire delle pietre nei fili di metallo, in questo caso ho intrecciato insieme dei fili di alluminio argentato, ho scoperto, secondo la Cristalloterapia, che le pietre di cristallo di rocca e di avventurina, tengano lontano i cattivi pensieri ed infondono energie positive. Nel cerchio più piccolo, ho intrecciato i fili di cotone a  forma di fiore e al centro ho inserito un pizzo di tulle ricamato. Ho poi , sempre con il filo di alluminio, modellato il nome della destinataria, dovendo essere personalizzato, e l’ho decorato  con filo di metallo sottilissimo e pietre . Mi sono anche cimentata, con pinzette e tronchesine a realizzare gli anellini che tengono insieme le perle che uniscono i due cerchi e le piume.

acchiappasogni albero della vita

Dal cerchio piccolo scendono tanti nastrini nei colori delle pietre e tante foglione di vetro verde. Ci sarebbe da spendere molte altre parole per la realizzazione di questo progetto che mi ha fatto molto felice e spero che con l’amore con cui è stato realizzato porti un po’ di serenità a chi lo riceverà.

Ci sono tante interpretazioni riguardo agli Acchiappasogni  e sono tutte belle, diversi significati  gli sono stati dati, nonostante questo provengono tutti da una tradizione millenaria, sarà il caso di crederci?

giovedì 4 maggio 2017

Le mie ballerine

 

DSC04996

Se avete deciso di scegliere il tema “ ballerina” per un battesimo, una prima comunione, una festa di compleanno, o perché no anche per un matrimonio, magari con abbinamenti di colori diversi, ecco qui qualche piccolo suggerimento.

 

ballerina feltro in piedi

Questa è la mia preferita, praticamente la adoro. Grazie alla bravura di una giovane artista brasiliana che ha creato il cartamodello, mi sono semplicemente cimentata a farla, aggiungendo come al solito un po’ del  “mio”. Realizzata completamente a mano, con piccolissimi punti festone;  mi emozionavo man mano che veniva fuori la piccola creaturina. Il polpaccio, quello mi fa impazzire.

ballerine gessetti

Con la polvere di ceramica sintetica e degli stampi bellissimi, ho realizzato una silhouette poggiata su di un sacchetto bianco di lino puro, abbellita con nastri e pizzi. Un delicato segnaposto è rappresentato da queste scarpette da ballo che possono essere decorate con semplici nastri e pizzi oppure poggiate sulla bustina in lino da 1 a 3 confetti chiusa con nastro di organza e pizzo, sul quale poggia un fiocco di organza.  Nella stessa maniera si può confezionare la piccola ballerina seduta.tutù portaconfetti 3

Il tutù in feltro è un mio progetto. Ho realizzato il corpetto in feltro 3 mm, chiuso con una stringa di nastrino. Il tutù è formato da tre veli di fata che contengono i confetti infilato a testa in giù nella base inferiore del corpetto. Volendo si può reggere su uno spiedino per creare una composizione anche per un “baby shower” che oggi va tanto di moda.

DSC05004

Le idee basta coltivarle, qualcosa di buono ne verrà fuori.

venerdì 28 aprile 2017

Coniglietti a passeggio

borsa conigli

Come si fa a non amarli? Da un’ispirazione vista in rete, ho realizzato a “modo mio” questa delicata borsa in feltro con una decorazione dal sapore primaverile, e chi la indosserà narrerà una magica storia ai suoi alunni. Ebbene, dovete sapere che la destinataria di questa borsa è la mia  cliente sognatrice, diventata ormai mia cara amica, sebbene  a distanza, ma il sentimento che ci unisce ha quasi del metafisico. E’ una cara giovane donna che adotta un sistema pedagogico fuori dagli schemi, i suoi bambini sono felici di assistere alle sue bizzarre performance ed anche nell’abbigliamento si avvicina al loro modo di essere, pur non facendo sentire la sua autorevolezza di insegnante.

DSC04971

Ma torniamo alla borsa. Una borsa da portare a spalla o a braccio realizzata quasi interamente a mano. All’interno ho inserito una seconda borsa in cotone che funge da fodera con relative tasche. Per abbellire il contorno superiore ho applicato un pizzetto di cotone a crochet.

conigli di stoffa

La decorazione è il punto forte! Tre coniglietti che spuntano da tre vasetti. Il primo è un po’ più timido e mette fuori solo le orecchie, dritte dritte, è molto vigile e prima di farsi vedere vuol capire cosa gli accade intorno. Il secondo, invece. tra un capolino e l’altro è crollato per l’emozione  e  si è addormentato e più di tanto non riesce a uscire. Il terzo, forse il più coraggioso, con tanto di occhietti vispi si è sporto del tutto senza timore alcuno.

DSC04975 

Ma poi chi l’ha detto che i conigli vanno a spasso solo a Pasqua?

sabato 22 aprile 2017

Lavagnette: il ritorno.

lavagnetta paperolavagnetta mucca

 

 

 

 

 

 

 

 

Un paperotto ed una mucca tornano, dopo tanti anni,  a  ricordarvi cosa non dovete dimenticare. Il genere è lo stesso ma come sempre non potevo non modificare alcune cose.

lavagnetta mucca particolari

Una dolcissima mucchetta realizzata in tessuto di cotone a cui ho dipinto a mano le macchioline nere, spunta con il suo musetto dalla lavagna rigorosamente in ardesia, quanto mi piace scrivere con il gesso; al collo un doppio fiocco  con nastri di lino color corda ed un ciuffetto verde con pizzetto. Un piccolo cuore di legno “ non dimenticare”.

papero stoffa

Il paperotto è più birbantello, ha un faccino birichino. Sulle piume ho appoggiato un fiore doppiato in tessuto nei toni del verde e giallo, fiocco di lino e pizzetto,  un fiocco piccinissimo anche  su un’aletta.

mucca stoffa

La lavagnetta è stata dipinta a mano con le macchioline muccose. Il fiore sulla testolina le dona molto, non trovate?

venerdì 21 aprile 2017

Oro e nero

borsa casetta teatro

Ancora una borsa a forma di casetta, questa volta a tema teatro. I colori richiesti sono stati Oro e Nero. Su una base di feltro nero sono state “dipinte” le decorazioni a tema. Sulla parte frontale un ingresso di teatro stile greco, con tanto di lampadario luccicante. Due arcate laterali con vasi in stile e fiori dorati. Dal manico pende una ballerina in resina sulla quale ho passato delle porporina oro e due grosse perle dal laccetto realizzato all’uncinetto .

borsa casetta nero oro

Il tetto, ovvero la pattina della borsa è stata realizzata in ecopelle. sulla chiusura interna poggia una camelia in oro realizzata con un tappo di bottiglia. Poi non appena avrò tempo vi spiegherò meglio, magari farò un piccolo tutorial. Sui due pannelli laterali ho applicato degli strumenti musicali e una locandina.

borsa casetta particolari

Il retro rappresenta un palcoscenico, con una ballerina classica nel suo tutù, un sipario appena accennato e due minuscole nappine. In basso le sagome del pubblico che assiste alla rappresentazione.

borsa teatro

Purtroppo ho dimenticato di fotografare l’interno della borsa che è stato foderato con lo stesso tessuto oro e relativa tasca.  Come al solito le foto non riescono a rendere giustizia a questo lavoro meticoloso e, ahimè, lunghissimo.Infatti ringrazio Viviana che ha sempre tanta pazienza nell’attendere le mie borse, ma ormai lei ci è abituata.

giovedì 20 aprile 2017

Fiocco nascita fatina

fiocco nascita fatina rosa

Nonostante sia passato qualche anno da quando creai questo fiocco nascita,  la fatina è sempre super richiesta. Ogni tanto aggiungo qualche dettaglio  e sebbene il progetto sia lo stesso, qualcosa di diverso c’è sempre.

fiocco nascita fatina particolari

Nello specifico, ho aggiunto un cuore cornice e i fiori sono dei delicati petali di ortensia. I fiocchi di organza non mancano mai e la farfallina cucita in pile bianco sembra librarsi leggera nell’aria.

fiocco nascita farfalla stilizzata

Diamo il benvenuto ad una nuova piccola stella caduta sulla terra.

I lavori in questo blog sono opera del mio ingegno
ed hanno carattere creativo. Dichiaro di non esercitare l’attività di commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale, ma di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alle discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98, che regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Perciò, dichiaro di vendere, in maniera occasionale e saltuaria, oggetti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, così come previsto dall'art.4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo 114/98 . Le mie creazioni rientrano, quindi, nella casistica del suddetto articolo.
Non sono pertanto obbligata
ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.